Anticipazione: Il Denaro Logora chi Non ce l'ha

Aggiornamento del 5 giugno 2008.
Il libro è uscito e il titolo definitivo è
L'arte della Ricchezza.


Questa è un'anticipazione. E' in uscita il nuovo libro di Alfio Bardolla, che ho conosciuto nel 2005 in occasione di un seminario della serie Investire in Immobili.
Ho divorato la sua prima "fatica" letteraria ed ora aspetto con trepidazione di leggere Il Denaro Logora chi Non ce l'ha.


La biografia di Alfio parla da sola. C'è da aggiungere un dettaglio che nella pagina a cui rimando non appare, e che invece lui stesso racconta durante i suoi seminari: anche lui ha vissuto situazioni difficoltose, dalle quali è uscito studiando e applicando i principi che oggi insegna dal vivo e nei suoi corsi audio e video.

Nessuno meglio di lui può prenderci per mano e farci cambiare nettamente e per sempre la nostra vita. Smettere di dipendere dallo stipendio, acquisire la mentalità dei ricchi, sviluppare conoscenze che nessuno ci ha mai insegnato e che faranno la differenza nel rapporto con il denaro in tutte le sue forme.

Basta avere paura dei soldi! Cominciamo a «farli» e soprattutto a gestirli nel modo migliore.

Con un linguaggio semplice ed efficace che non va a scapito del rigore scientifico e che si avvicina al lettore anche nel trattare gli argomenti più difficili, Alfio ci accompagna attraverso un viaggio nella nostra psicologia che influenza così tanto tutti i nostri risultati legati al denaro.

Il Denaro Logora chi Non ce l'ha si propone di insegnarci a:

Capire come creare il denaro, come gestirlo e come proteggerlo

Fare in modo che siano i nostri soldi a lavorare per noi e non noi per loro

Insegnare alla nostra famiglia a cambiare l'approccio con il denaro

Imparare a calcolare il nostro personale indice di Wellness Finanziario

Scoprire come iniziare il cammino verso il nostro primo milione di euro

Le premesse sono interessanti. Certo che poi tocca in prima persona mettere in pratica e trasformare ogni giorno i concetti in azioni. Anche piccole. Ma significative per un cambiamento che avvicina alla Libertà Finanziaria.

Commenti

Anonimo ha detto…
Ho visto che pubblicizzi libri quali, "Come diventare Dannatamente Ricchi ede essere beati", e "La Scienza del diventare ricchi". Vorrei sapere tu che l'hai letto hanno cambiato la tua vita? Se si, come?
demetra ha detto…
Ciao anonimo, grazie della domanda :-)

Allora, la lettura di questi libri (e di molti altri che ancora non ho recensito) ha cambiato la mia vita, nel senso che ha accresciuto la mia consapevolezza di abbondanza, e fornito strumenti e spunti per poter modificare il mio modo di vedere e sentire riguardo alla ricchezza.
Poi, come scrivo nella presentazione del blog "la lettura non basta: bisogna mettere in pratica l'insegnamento, e farlo diventare 'vita'". E questo è un percorso strettamente personale e soggettivo, che ognuno può (deve) compiere in prima persona, se necessario con l'aiuto di "esperti" e di compagni di viaggio.

Ed è quello che sto facendo io :-)
Anonimo ha detto…
Grazie Demetra della tua risposta, scusami se ti rispondo solo ora ma non trovavo più il tuo blog. Allora, io ho letto La scienza del diventare ricchi, visualizzo i miei obiettivi, immagino la cosa dove voglio abitare, lo stipendio che voglio avere ( molto alto ) e la macchina che voglio. Come posso mettere in pratica questi obiettivi? Mi devo limitare solo a visualizzarli? Hai dei consigli da darmi?

Grazie

Ciao

Anonimo per forza :-)
Anonimo ha detto…
Ovviamente immagino la casa dove voglio abitare e non la cosa :-)
demetra ha detto…
Ciao anonimo :-)

Sai che mi incuriosisci? Come mai, "per forza"?

Allora. Visualizzare e basta porta poco lontano. La visualizzazione serve a portare l'attenzione sullo stato desiderato, ma è fondamentale AGIRE. Ed essere ogni giorno grati e riconoscenti della ricchezza che già c'è nella nostra vita.

Un po' di domande utili.
Da dove parti? Dove vuoi arrivare? Quali sono i passi che ogni giorno puoi compiere verso il tuo obiettivo? Di quale somma di denaro disponi? Cosa sei disposto a fare per guadagnarne di più? Quali sono i tuoi valori, le tue credenze? Ce ne sono che potrebbero confliggere con i tuoi obiettivi (la chiamano inversione psicologica, mi pare. Tu desideri una cosa ma una parte di te "rema contro", sabotando i risultati).
E ancora.
Quali sono le cose sotto il tuo diretto controllo (che non dipendono dall'azione di terzi) che puoi mettere subito in pratica?

Il consiglio che posso darti è di redigere una mappa. Di porti queste domande e di rispondere con sincerità.

Secondo la PNL, è poi utile associare le sensazioni ai pensieri dello stato desiderato: colori, sapore, odore...

Fammi sapere, io sono qua :-)

Demetra


P.S. Per non perdere di nuovo il mio blog, potresti iscriverti alla newsletter :-)
Anonimo ha detto…
Ciao Demetra,

il nomignolo anonimo per forza è una...forzatura....mi ricorda quel catante italiano che aveva la voce come Claudio Baglioni, lui diceva che non lo imitava ma che era proprio così, e si faceva chiamare Anonimo Italiano. Comunque io mi chiamo Franco.

Leggendo il libro "La Scienza del diventare ricchi", mi ha colpito molto la parte relativa alla visualizzazione, ovvero quella di visualizzare i propri obiettivi come se l'avessimo già raggiunti. Questo nella vita pratica come si spiega?

Ti dico quali sono i miei principali obiettivi:

1) Guadagnare 60.000€ al mese
2) Avere la casa in una zona della mia città che a me piace volte, veramente avrei giù individuato dove, ovvero so già la via e il numero civico. Ogni tanto ci passo e immagino
3) Avere la macchina dei miei desiderei, costa molto circa 70.000€

Ora io faccio un lavoro dove ho uno stipendio normale, pertanto per raggiungere i miei obiettivi, secondo quello che tu mi dici, devo cambiare lavoro per poter guadagnare la cifra che voglio guadagnare e raggiungere gli altri obiettivi.

Diciamo che ho analizzato i miei valori e le mie credenze e non sono di impiccio ai miei obiettivi.

Cosa intendi con le domande:
Da dove parti? Dove vuoi arrivare?

Per i passi che sono disposto a fare non ho ben chiaro quello che devo fare.

I soldi di cui dispongo sono pari a zero, quello che guadagno mi servono per mantenere la mia famiglia.

Come posso migliorare?

Grazie

Ciao
Anonimo ha detto…
A proposito come si fa la mappa?
demetra ha detto…
Ciao Franco,

le domande che poni sono pertinenti, e il discorso non è semplice da liquidare in poche righe.
Sono felice di poterti dare qualche indicazione, ma non si esaurisce così l'argomento.
Se vuoi, puoi scrivermi a demetrazani@gmail.com

Al volo posso dirti questo: prima di prendere in considerazione di cambiare lavoro, può essere utile valutare la possibilità di una seconda attività, che ti impegni poco tempo e ti consenta di creare delle rendite automatiche. Ci sono tante opportunità, si tratta solo di scegliere quelle "serie". E se lo desideri, potrò darti qualche indicazione.

Altra cosa. Sognare è bello, ma è altrettanto bello porsi degli obiettivi realistici. Guadagnare 60.000 euro al mese è possibile, e ti auguro con tutto il cuore di riuscirci, ma "Roma non si è fatta in un giorno" ed occorre definire bene i passi da fare verso l'obiettivo, con realismo, appunto, pena incorrere nella frustrazione.

Ancora. E' utile chiedersi "cosa farei con 60.000 euro al mese?", "come cambierebbe la mia vita?", tanto per fare alcuni esempi...

Il nuovo libro di Bardolla è fantastico, diverso dal primo. Tocca tasti molto importanti, ci sono esercizi utili anche per creare la "mappa", e mi sento di consigliartene la lettura.

Fammi sapere :-)

A presto.
Anonimo ha detto…
Ciao Demetra, allora ti mando subito un email. Grazie per la tua disponibilità. Franco
Anonimo ha detto…
Ciao Demetra, hai ricevuto la mia email? Ciao da Franco
demetra ha detto…
Ciao Franco,
sì l'ho ricevuta e ti ringrazio.

Per rispondere, mi prendo un pochino di tempo, perché le tue sono domande che richiedono risposte precise.

A presto!
Anonimo ha detto…
ok grazie Demetra.

Post più popolari